VIVERE BENE E PiÙ A LUNGO, L’INTERVENTO DEL PROFESSOR GIORGIO GILLI

camminata-veloce

VIVERE BENE E PiÙ A LUNGO, L’INTERVENTO DEL PROFESSOR GIORGIO GILLI

Qual è la regola più importante per vivere bene e più a lungo? Lo ricorda Giorgio Gilli, professore Ordinario di Igiene presso l’Università degli Studi di Torino, dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche: <<Per la nostra salute, facendo poco, potremmo fare molto. Per smaltire le quote caloriche in eccesso e per mantenere l’organismo attivo e in salute basta camminare a passo veloce per 30-45 minuti al giorno>>.
Attività fisica come farmaco a costo zero, quindi, capace di migliorare lo stato di salute, la propria soddisfazione e la qualità della vita di tutti i giorni. Gilli lo ha sottolineato in occasione della tappa #Dilloatutti Tour di Asti, il progetto che intende fare della pratica sportiva e dei corretti stili di vita gli strumenti di tutela della salute e di prevenzione primaria.
Movimento sì, quindi, a patto che sia quotidiano e che sia affiancato a una dieta equilibrata e varia. La migliore? La dieta mediterranea, che prediliga frutta e verdura di stagione, cereali, olio extra vergine, pesce e carne senza esagerare.
Il “cibo spazzatura”, che segue le mode del momento e ha bassi costi che lo rendono accessibile a tutti, soprattutto ai giovani, sarebbe da dimenticare: <<In primo luogo perché le bevande gasate contengono un’alta percentuale di zuccheri: in una lattina ne possiamo trovare da 20 a 30 grammi. Mentre gli alimenti eccedono in calorie, sale e acidi grassi saturi, dannosi per le arterie e il sistema cardiovascolare>> ricorda Gilli.
Per smaltire una lattina di coca cola si dovrebbero fare almeno 1,87 chilometri, per un kebab quasi 12 chilometri.
Il consiglio? Leggere sempre bene l’etichetta degli alimenti, per conoscere gli ingredienti e i loro valori nutrizionali. E puntare non soltanto sull’attività fisica, che aiuta a invecchiare meglio e a prevenire disturbi e patologie, ma anche sulla dieta, in particolare sui Super Food, come spiega Gilli: <<Oggi c’è una grande attenzione all’integrazione alimentare, aggiungendo alla propria dieta alcuni componenti che non sono normalmente presenti negli alimenti e che sono indispensabili per il buon funzionamento del nostro organismo. Un esempio? Gli antiossidanti, utili a tutti ma soprattutto agli sportivi>>.
Alimenti con proprietà salutistiche, più attenzione ai piatti che si portano in tavola, tagliere le quantità di cibo e fare attività fisica. Questo il filo conduttore che insegna a vivere meglio: <<Se si pone attenzione alla propria salute, si potrà fare molto di più di quanto non possa fare la medicina tradizionale. Un buon equilibrio alimentare e una corretta attività fisica aiutano riducono in termini statistici l’insorgenza di molte patologie>> ha concluso Gilli.

 

Dilloatutti_presentazione-Prof Gilli